Laboratories and facilities

Research DiSTAR

Elenco Laboratori con RADRL e Preposti

Elenco Laboratori

 
LABORATORI DiSTAR
  RADRL PREPOSTO UBICAZIONE
AAS-Cromatografia Ionica Morra Monetti L1 4.LAB.56
Acqua deionizzata Monetti Monetti L1 4.LAB.54
Camera bianca D’Antonio Di Renzo L1 4.LAB.47/48
Caratterizzazione Lapidei Colella Di Benedetto L2 T.LAB.03
Chimica fine 1 Parente Mondillo L1 4.LAB.77
Chimica fine 2 Balassone Francese L1 4.LAB.59
Chimico 1 Aiello Monetti L3 3.LAB.31
Chimico 2 Di Donato Monetti L3 3.LAB.08
Forni e Muffole De Bonis Colella L2 T.LAB.04
FT-IR Cappelletti Francese L1 4.LAB.57
Geochimica Ambientale Albanese Albanese L3 3.LAB.10
Geofisica Applicata 1 Di Maio La Manna L3 3.LAB.07
Geofisica Applicata 2 Fedi Paoletti L2 T.LAB.18
Geologia Applicata e Geotecnica De Vita Di Clemente L2 T.LAB.13
ICP-OES Morra Monetti L1 4.LAB.55
Inclusioni Fluide Rossi Lima L3 3.LAB.05
Osservatorio Meteorologico Scafetta Viola San Marcellino
Microscopia Ottica 1 Fedele Guarino L1 4.LAB.60
Microscopia Ottica 2 Barra Monetti L1 4.LAB.58
Microscopia del Sedimentario (Ottica 3) Iannace Parente L3 1.LAB.15
Preparazione campioni Franciosi Francese L1 4.LAB.46
SEM Petrosino De Gennaro L2 T.LAB.06
Sezioni sottili Vitale Bravi L2 T.LAB.15
Spettrometria di massa D’Antonio Di Renzo L1 4.LAB.52
Taglio e macinazione rocce Franciosi Bravi L2 T.LAB.16
Trattamento chimico dei sedimenti Russo Ermolli Russo Ermolli L3 3.LAB.29
Vulcanologia sperimentale Petrosino Petrosino L3 3.LAB.21
XRD Cappelletti Monetti L2 T.LAB.05
XRF Cucciniello Fedele L2 T.LAB.07
Geofisica Applicata 2
Geofisica Applicata 2
 
RADoR: M. Fedi
Preposto: V. Paoletti
Stanza L2 T-18

 

Il laboratorio di Geofisica Applicata consta di diversi sistemi strumentali, appartenenti al Laboratorio di Archeogeofisica di INNOVA s.r.l. (diretto dal Prof. Maurizio Fedi), al C.U.G.RI. e all’INGV, che permettono di eseguire indagini geofisiche anche in zone impervie, utilizzando la strumentazione più appropriata a seconda della logistica e dell'obiettivo prefissato.
Le applicazioni vanno dalle ricerche in ambito archeologico e dei beni culturali a quelle in ambito geologico, ingegneristico, ambientale, geotermico e vulcanologico. È possibile effettuare l'analisi e l'interpretazione dei dati acquisiti in maniera integrata allo scopo di restituire un modello attendibile della struttura del sottosuolo e quindi anche l'esatta ubicazione di corpi, strutture ed oggetti in esso contenuti. Le indagini geofisiche possono anche essere utilizzate a scopo preventivo oltreché conoscitivo, ad es. prima della costruzione di infrastrutture ingegneristiche e/o in zone di potenziale interesse archeologico e ad elevato rischio ambientale. Tali tecniche sono ad elevata risoluzione e possono essere anche utilizzate su manufatti di interesse artistico-culturale, consentendo in tal modo di determinare lo stato di degrado e di alterazione di luoghi e materiali. In particolare, è possibile testare lo stato di conservazione di affreschi, stucchi, intonaci, colonne.
La prospezione geofisica viene realizzata in tre fasi:
  • sopralluogo dell'area in esame: scelta delle tecniche di investigazione geofisica più adatte e definizione del tempo e delle modalità operative necessarie alla caratterizzazione in senso geofisico del sito;
  • misurazione dei dati: pre-elaborazione nel laboratorio mobile, e successivo processing nei laboratori di calcolo con software dedicati;
  • interpretazione dei dati: studio qualitativo e/o quantitativo delle mappe delle anomalie geofisiche allo scopo di definire modelli attendibili del sottosuolo.
Al committente vengono restituiti i risultati ottenuti sotto forma di mappe tematiche geofisiche georeferenziate, di modelli interpretativi del sottosuolo, anche tridimensionali, e di relazioni tecniche sull'operato e sulle strutture studiate.
 
Le strumentazioni del Laboratorio
·         Sistema Microgravimetrico CG5 SCINTREX (Foto 1) (INNOVA);
·         Sistemi EM-FDEM EM31 GEONICS e GEORADAR SIR 3000 GSSI con antenne a diversa frequenza (Foto 2-3, rispettivamente) (INNOVA e C.U.G.RI.);
·         Sistema Geoelettrico SYSCAL PRO IRIS 72 canali (Foto 4) (INNOVA);
·         Sistemi Magnetometrici (Gradiometrici) ad effetto Overhauser ed a vapori di metalli alcalini terrestri GEM SYSTEM (INNOVA);
·         Sistema Sismico GEODE GEOMETRICS 24 Canali (INNOVA) e 168 canali (INGV);
·         Sistema GPS Differenziale ST502 LEYCA (INNOVA);
·         Sistema Elettromagnetico VLF GEONICS (C.U.G.RI.);
·         Sorgente sismica Vibroseis IVI MINIVIB (Foto 5) (INGV).
 
Per dettagli riguardanti alcuni dei sistemi strumentali, rimandiamo al sito: www.innova.campania.it

 

geofapp1 geofapp2 geofapp3
   geofapp4  

 

 

 
Print   Email
Dove siamo
  Trovaci su Google Map
 

 
Iscriviti alla Newsletter
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter

 logoUniNa   
scuola psb
universitaly